Skip to content

Giornata Internazionale Contro La Violenza Sulle Donne.

26 novembre 2012

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Era ieri, ma è una di quelle date che non hanno una data di scadenza. Dovrebbe essere ogni giorno.

Più di 100 donne uccise dall’inizio dell’anno. Uccise dai loro compagni, mariti, uomini o possiamo chiamarli dei senza palle, del tutto incapaci di comprendere ma attenzione: sempre capaci di intendere e di volere. Le Donne Viola  hanno scritto un bel post a riguardo, cercando di trovare le cause di questo femminicidio.

Anche io ci penso spesso. Qual è la causa? Ce ne sono molteplici purtroppo.

C’è un’ignoranza devastante innanzitutto, che considera la donna un essere inferiore e che approfitta di giornate come questa per cavarsela col più classico dei “una donna non si tocca neanche con un fiore” e se domandi loro “perché?” ti rispondono “perché è donna.” Come se fosse un qualcosa di diverso, di inferiore appunto.

Non riescono a dirti “perchè non può esistere una violenza di genere” o più semplicemente “perchè è una persona libera e va rispettata”.

Allora dovremmo chiarire. La violenza è sempre orrenda. Ma quella sulle donne è un discorso a parte. Perché viene da più fronti.

Ci sono troppi rimasugli di una cultura vergognosamente fascista che vede la donna unicamente come moglie e madre, come un essere che non può uscire da sola se non per andare al supermercato.

Ci sono rimasugli fascisti che non accettano che una donna possa essere intelligente e ironica e che preferiscono la volgarità spalmata sui cartelloni pubblicitari della smutandata di turno.

E’ colpa anche di alcune donne, che purtroppo accettano di mercificare il proprio corpo. Ma è nuovamente una prerogativa tutta maschile, quella di pensare che una donna poco vestita sia sempre disponibile e con chiunque.

Quando un uomo si comporta male è uno stronzo.

Quando una donna si comporta male è una puttana stronza.

Perché la donna, quando sbaglia, paga due volte. La seconda per aver sbagliato. La prima per essere nata donna, inferiore. Poco di buono. Fatta per essere posseduta.

Inferiore perché a parità di lavoro e talento, il collega uomo guadagna di più.

Non dimentichiamo che esistono ancora persone che pensano che se una donna viene violentata è colpa sua perché aveva la minigonna. Perché per una donna sembra che diventi una colpa anche la scelta dell’abbigliamento.

Il fatto è che una donna sarebbe libera anche di uscire in costume da bagno. Ma tu, uomo, devi startene comunque al tuo posto!

Sembra che la mentalità di alcuni uomini sia ferma a 200 anni fa.

Provo tanta rabbia anche nel leggere articoli di giornale, sentire i servizi al telegiornale che parlano di raptus di follia.

Guai a chi pronuncia queste parole!!! In un raptus di follia non esci di casa con un coltello a cercare la tua ex fidanzata, quello non si chiama raptus, si chiama omicidio premeditato!

Che anche i giornalisti si correggano.

Il raptus non c’entra niente! Un uomo che uccide sa benissimo quello che fa. E deve pagare.

Ecco perché sono d’accordo che nei disegni di legge venga prevista l’aggravante di omicidio di genere. È importante, è importante quanto lo è stata la legge sullo stalking.

Non perchè la donna è inferiore, ma perchè ci sono ancora troppi uomini che pensano che lo sia.

E adesso immagino già quali possano essere i commenti. Che la violenza in Italia è già punita, che non esiste alcun femminicidio e che l’omicidio di genere è solo un’invenzione di alcune femministe invasate.

Poi non andranno avanti, ma l’aggettivo intero sarebbe femministe-invasate-che-dico-che-sono-brutte-anche-se-non-lo-sono-e-non-me-la-danno-neanche-fossi-l’unico-uomo-sulla-faccia-della-terra,’stestronzeputtane!

A voi che avete uno di questi commenti in mente chiedo: in quale punto del post vi siete riconosciuti e vi siete sentiti offesi??

Perchè ci sono anche tanti uomini, loro sì che sono virili, che non accettano neanche la minima battuta sugli uomini se fatta da una donna.

Se avete letto altri post, sapete che non mi piace generalizzare. Per questo, se il post è dedicato a quei pessimi “uomini” inetti, ho anche una lista di uomini che condividono quanto io penso.

A loro, un grazie e un sorriso.

Ultima cosa. Per le donne. Per noi. Non rendiamoci in alcun modo complici del femminicidio. I panni sporchi, questo tipo di panni sporchi, si lavano in piazza davanti a tutti!!

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: