Skip to content

Qual è la popolazione che non vuole mai andare a dormire? I May-a-letto.

20 dicembre 2012

Immagino che se la fine del mondo sia una bufala, molto probabilmente dopo questa battuta oscena sarà molto più reale e vicina.

Ebbene, io alla profezia Maya non ci credo. Innanzitutto perché Giacobbo ha provato a spaventarci tutti, ma quello è un simpatico furbetto, dopodomani ce lo ritroviamo con la puntata speciale di Voyager a parlare del perché il calendario Maya sia fasullo.

Poi perché ogni volta la data cambia. Il 21 dicembre, ma il 12 dicembre tutti a parlare della fine del mondo odierna. Oh allora, decidiamoci.

Il terzo motivo è il più importante. Domani è il mio compleanno, che cacchio, non può finire il mondo. Ho già barattato la mattinata con mia madre. Io vado a lavoro al posto suo e lei mi fa una torta di compleanno per la sua bambina “burrinchedda manna” (asinella grande per i non sardi) che compie 29 anni. Argh!

Nonostante l’età avanzata (dehihiho), io esigo il compleanno come quando ero bambina. Torta, fesserie da mangiare e le mie superamiche. Io dico no alle feste con centinaia di invitati, dico no al divertimento comandato fatto di nottate e di persone sfatte. Il mio divertimento è ben altro, con persone sempre lucide, che hanno voglia di chiacchierare e non di ballare a ritmo di musica di merda e che rientrano a casa in tutta tranquillità.

Ma comunque, se i Maya avessero ragione, due cose le voglio dire.

A che ora è la fine del mondo?

Pur avendo la certezza della fine del mondo, non credo che farei niente di entusiasmante. Mi diverte quando dicono di fare tutto quello che non faresti.

Primo, se il mondo non finisse, vuoi mettere la figura di merda.

Secondo, se non faccio qualcosa è perché non voglio farlo. Perché ci sono questioni che non riguardano solo te e nient’altro, riguardano anche delle altre persone.

Ad esempio, hai voglia a dire “dì al tuo uomo che lo ami e corri a baciarlo davanti a tutti” se ti rivolgi a una sfigatissima amante o se l’uomo che ama è già felicemente sposato e pure con prole al seguito, come se non bastasse.

Corre a baciarlo, poi il mondo non finisce e il giorno dopo la moglie la riempie di mazzate e l’uomo la prende per il culo a vita (null’altro, tanto un po’ di piacere lo proverà comunque).

Terza opzione, io credo fermamente nell’aldilà, credo nel qualcosa dopo la vita quaggiù, credo in qualcosa di meglio ma che arriva solo dopo aver fatto un bel giro di giostra qui. Credo quindi, che se la cazzata la facessi adesso qui, la figura di merda la sconterei dopo, da qui all’eternità. Grazie, no.

Comunque dicevo, se il mondo dovesse finire? Finirà senz’altro senza peli sulla lingua e con la certezza di aver sempre fatto tutto quello che ho voluto.

Balle stratosferiche. Non esistono persone che non sbagliano per questo tutti abbiamo nella coscienza un mix di parole dette che forse era meglio evitare e di commenti non fatti che forse era meglio fare.

Un insieme di cose riassumibili in Sì mai detti, in No non del tutto reali, in pensieri risalenti a qualche anno fa, in domande stile “come sarebbe andata se”. Tutte cose che compongono il nostro bagaglio personale. E come fai a rinunciarci?

“E ma col senno di poi non cambieresti niente?” Grazie al ciufolo. Non essendo una veggente e non avendo il potere di tornare indietro nel tempo specie con la mentalità odierna, no, non cambierei nulla, perché giusti o sbagliati farei gli stessi ragionamenti.

Se invece avessi la possibilità di tornare indietro con la testa di oggi e sapendo esattamente come sarebbe andata, allora sì, allora magari avrei trovato altri modi per affrontare le cose, sarei stata più coraggiosa e meno indecisa. Ma non si può, perciò amen.

La data di domani potrebbe essere alla fine solamente un invito, la concessione di una seconda opportunità. Magari chi ha già realizzato dei sogni può ritenersi soddisfatto, mentre invece, chi ancora non li ha realizzati (io!) può prepararsi e tentare di realizzarne qualcuno. Senza perdere la testa, mantenendo sempre la propria serenità.

Non mi sono mai piaciute le persone iperattive, ne quelle pronte a sgomitare sempre e comunque.

Preferisco i calmi, che si fanno gli affari propri in silenzio e che quando nessuno se l’aspetta vengono fuori e si fanno notare per qualcosa che solo loro potevano fare.

Beh, se il mondo non finisce, io mi concedo il lusso di prenderla come un’altra opportunità.

Se invece dovesse finire, ci vediamo di sopra.

Non è stato facile, ma è stato sicuramente bello.

P.S. Se non finisce, ricordatevi che ho detto che domani è il mio compleanno, chiaro????

Buona seconda occasione a tutti!

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: