Skip to content

Godiamoci una decade di decadenza.

28 novembre 2013

Ma siccome su youtube non c’è un live decente di questo pezzo, mettiamone un altro a caso dei Bluvertigo!

La canzone citata nel titolo (Decadenza), per chi è un po’ del genere, è stata la colonna sonora di tante persone, ieri! Ebbene sì. Silvio se n’è andato (l’hanno cacciato) e non ritorna più.

E invece torna, sono talmente sfiduciata che tempo zero ci ritroviamo una legge che annulla il voto di ieri. Che tristezza. Ma non perdiamoci d’animo e io spero che sia il primo di una lunga lunghissima serie di delinquenti che inquinano la nostra nazione.

Un giorno che passerà alla storia. Quando mi chiederanno: “Dov’eri e che facevi tu, quando Berlusconi è decaduto?” io potrò rispondere: “Al bar, a sfondarmi di crepes farcite di cookies!”. Epico.

Che poi in realtà non volevo neanche fare un post su questo, ma è arrivata la notizia e non potevo ignorarla.

Fa freddissimo e oggi infatti mi sono rinchiusa in casa. Ero indecisa su cosa fare questo pomeriggio, così non ho fatto niente.

La settimana scorsa non sono andata a vedere i Placebo e di ciò mi pento moltissimo. Poche settimane fa ho guardato La fabbrica di cioccolato e ripensavo al nonno che dice a Charlie, quando vuole vendere la tavoletta di cioccolato col biglietto d’oro:

“È pieno di soldi, là fuori, sai… e ne stampano altri ogni giorno. Ma questo biglietto… Ne esistono solo cinque come questo in tutto il mondo! E non ce ne saranno altri mai più. Solo uno scemo scambierebbe questo biglietto con una cosa comune come i soldi. Tu sei… uno scemo?”

Ecco, io un po’ scema lo sono stata, perché non ho avuto abbastanza coraggio per spendere 200 € (prezzo di biglietto aereo, concerto, trasporto) e me ne sono pentita. Mi sta bene. Fortunatamente, fonti molto attendibili, mi hanno detto che a fine concerto Stefan ha detto: “See you next year” e ciò mi rasserena molto. Appena esce la data mi compro biglietto del concerto e biglietto aereo!

Non mi spaventa nemmeno il fatto di andarci in solitaria, dato che conosco pochissime persone che amano e che sono pronte a seguire i Placebo! E so che in tanti ci vanno da soli!! E questa è una delle cose che vorrei fare, almeno una volta nella vita.

Loud Like Love è un disco bellissimo. Penso che li seguo dal lontano novembre 1998 e mi commuovo da sola!! Visti prima sulla defunta Rocksound e poi in una videocassetta carica di videoclip che il mio amico Alessio soleva passarmi ai tempi della scuola. Me li ascoltavo anche prima di andare a scuola e a volte erano l’unica cosa bella della giornata!!

Vabbè, rischio di diventare mielosa. Ma per loro, posso concedermelo!!

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: