Skip to content

Coca Cola Summer Festival

8 luglio 2014

Ieri sera stavo guardando il Coca Cola Summer Festival su canale 5.

L’anno scorso si chiamava Tezenis Summer Festival, quindi presumo che quest’estate si sia tirata indietro e che a cacciare i soldi sia stata la Coca Cola.

Queste manifestazioni musicali tornano in tv nella missione impossibile di placare la nostalgia per il Festivalbar. Il caro vecchio festivalbar. Dove tutta l’estate un sacco di artisti si esibivano e poi vincevano Vasco Rossi e Ligabue ad anni alterni.

Il Festivalbar. Quando la musica brutta non era così brutta e almeno aveva la decenza di sparire nel raggio di un’estate.

Oramai, quando i programmi hanno anche solo una lontana parvenza di programma monnezza, l’hobby preferito dei più è commentarlo su twitter. In realtà su twitter si commentano anche i programmi belli, ma ovviamente i commenti sono entusiastici, mentre con i programmacci c’è un ambiente più ridanciano.

Ieri era il turno del Summer Festival di Coca Cola.

E via di cantanti e via di nuove voci e aiuto quanta musica brutta che è passata ieri.

C’erano i rapper. Moreno e Emis Killa. I rapper che cantano la strada, la vita dura delle favelas (questo è Emis Killa di Milano che vende a Sky la canzone per i Mondiali), che cantano le difficoltà di ogni giorno e poi si presentano con 18 mila euro di tatuaggi in corpo.

Poi c’era Laura Pausini, la superospite, nonché giurata della gara dei più giovani.

Poi Giusy Ferreri, le immancabili Emma e Alessandra Amoroso, i Dear Jack, la vincitrice di Amici, un inglese che non ho mai sentito nominare, Dolcenera e tanti altri. Tutti pronti a sfidarsi per conquistare la classifica dei fan votata, credo, tramite RTL che trasmette il festival sulle sue frequenze. Proprio tutti, anche Enrico Ruggeri che dopo 40 anni di carriera gli tocca stare alle regole imposte dalle sedicenni armate di cellulare o internet che decidono le classifiche.

Tra i giovani segnalo la presenza di Timothy Cavicchini, ex The Voice dello scorso anno, che si presenta con una canzone se possibile ancora più brutta di “A fuoco ” il suo inedito scritto da Piero Pelù che non sapeva come disfarsi di quella orrida canzonaccia che teneva accartocciata sulla sua scrivania da chissà quanto.

Presenti anche la coppia d’Alessio – Tatangelo, non vi dico. Lui, consueta canzonaccia di merda con look da arresto per oltraggio al buongusto. Lei, che da adesso si fa chiamare solo Anna, canta di essere una “muchacha molto sexy che non dà confidenza ai maschi” e ne approfitto per ricordarvi che questi due hanno un figlio. Fate voi.

Ma il culmine della mia serata si raggiunge quando scrivo questo tweet sciagurato.

 

 

Mai l’avessi fatto. Cominciano ad arrivare risposte dai fan della suddetta. Una si limita a “La cazzata della serata” e un’altra, con foto profilo di Justin Bieber e ho detto tutto, che mi risponde “Sarai bella te”.

 

Beh, che cacchio, meglio della Amoroso lo sarò sicuramente, non che ci voglia poi tanto. Comunque non ho risposto, avranno 15 anni, almeno spero.

E poi è una cantante, quindi a lei non interessa la bellezza, ma interessa cantare bene e fare belle canzoni con bei testi pregni di signific… vabbè, lasciamo perdere.

Insulti da parte delle fan tra 3, 2, 1…

Annunci

From → Uncategorized

3 commenti
  1. rael permalink

    Solo di faccia te la metti in tasca un paio di volte la Amoroso….mancava MondoMarcio? Quello figlio di avvocato padre e dirigente della Ricordi mammina….vero rapper di strada, che ha sofferto etc..

  2. Ahahah grazie!!! Solitamente vedo chiunque molto più bella di me, ma la Amoroso no, lei no!! 😀 Oddio, Mondo Marcio, l’avevo completamente dimenticato!! E’ ancora in circolazione?? Ricordo pure un pezzo suonato con i Finley (dalla padella alla brace), con il testo che parlava di una situazione familiare difficile e un videoclip che riprendeva una festa in piscina… mah!!

  3. rael permalink

    Lo studio del padre ha la finestra che da sul Duomo…più la mamma ammanicata nel mondo dell’editoria musicale…e poi viene a parlare di situazione familiare difficile, sofferenza, rifiuti…eh sì..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: