Skip to content

Razzismo

26 giugno 2015

Adesso vi spiego uno dei tanti motivi del perché sono antirazzista e perché faccio bene.

Tutti abbiamo fatto le scuole elementari e lì le maestre, quando ci spiegavano la seconda guerra mondiale e i campi di concentramento, ci dicevano inorridite che in sostanza un pazzo aveva stabilito che alcune persone valevano meno di altre ed è inspiegabilmente riuscito a sterminarne gran parte.

Ecco. Non ho fatto a caso l’esempio delle scuole elementari.

Ultimamente, più di una volta mi è capitato di sentire di episodi di razzismo successi proprio a scuola. Dove per il compleanno di una bambina, magari l‘unica compagnetta straniera presente in una classe non veniva invitata in quanto straniera. E le giustificazioni delle mamme (perché ovviamente è una scelta della mamma) sono ancora peggio. “Non sappiamo cosa mangiano” “Magari non si trova bene” e baggianate varie che servono solo per cercare, inutilmente, di lavarsi la coscienza.

Ma mi preme ancora di più fare questo esempio per un altro motivo.

Razzismo non implica solo l’esclusione di una persona di una determinata etnia.

Razzismo significa in sostanza che uno si sveglia e decide che tu vali di meno e sei escluso. Ma non per la provenienza e neanche perchè tu abbia fatto qualcosa di male. Così, perchè oggi gli gira in questo modo.

L’ho sentito con le mie orecchie e l’ho sentito qui, nella mia zona, nel mio paese.

Compleanno di una bambina di 8 anni, tutti i compagnetti di classe invitati tranne una bambina. Italiana. Nata e cresciuta in Italia. Perché? Perché la ottenne ha deciso così e perché la mamma, che anziché aprirle gli occhi preferisce sigillarglieli ancora di più, obbedisce.

“Non sono riuscita a convincerla a farle invitare quella bambina”.

Brava, dillo pure in giro che a 40 anni suonati ti fai comandare a bacchetta da tua figlia di 8.

Quando parliamo di razzismo si va ben oltre il “che rimangano a casa loro”.

Si tratta di razzismo anche quando i bulletti di paese che hanno gli abiti firmati, ne deridono un altro perché è vestito diversamente.

E noi siamo quelli derisi, emarginati, esclusi non perché siamo dei delinquenti, ma perché oggi, a caso, qualcuno ha deciso così.

Non è per niente un problema da sottovalutare. E il razzismo ha anche questa faccia.

“Se tollererete tutto questo, i vostri figli saranno i prossimi”

Annunci

From → Uncategorized

One Comment
  1. Ho recensito un film contro il razzismo: https://wwayne.wordpress.com/2015/01/30/inseguire-i-propri-sogni/. Che ne pensi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: