Skip to content

Gli uomini delle altre non si toccano

11 agosto 2015

Gli uomini delle altre non si toccano.

E infatti chi diavolo li tocca? Quando sento quello slogan ignobile, diventato per non so quale esatto motivo uno slogan di incitamento alla solidarietà femminile, rispondo ogni volta con la stessa domanda. E poi il problema si pone quando lui, l’uomo di un’altra, viene a toccare te.

Chi diavolo li tocca?

E’ uno slogan che mi urta per svariati motivi.

Il primo. Un maschilismo mascherato da femminismo.

Perché ti spacciano la frase come un inno alla solidarietà femminile, quando qui di solidale non c’è proprio nulla. C’è un uomo che, manco fosse Dio sceso in terra, diventa il fulcro del mondo. C’è una che si fidanza con questo qui e ci sono tutte le altre donne che in automatico diventano poco di buono.

L’uomo, poverino, la vittima. Neanche gli avessero puntato una pistola alla tempia per costringerlo a sprofondare nelle labbra di un’altra. Deve essere certamente vittima di un complotto o magari sotto effetto di qualche sostanza che ha il potere di far dire agli uomini “No, non sono sposato” dopo aver occultato la fede in un nanosecondo, “Mi sto separando” quando a casa moglie e figli sono pronti a tavola che lo attendono per cenare insieme.

C’è da dire che a volte, quello slogan si trasforma in qualcosa di talmente ignobile da diventare divertente. Una volta su Facebook ho visto il post intimidatorio di una ragazza che scriveva che il suo fidanzato era felicissimo con lei, guai a chi lo toccava altrimenti sarebbe passata alle maniere forti. Perché ogni volta che lui usciva, secondo lei, tutte le ragazze lo guardavano e lo corteggiavano.

Quante risate. Sappiamo bene che i sentimenti nulla hanno a che fare con l’aspetto fisico, ma quando ti ritrovi a leggere deliri di questo tipo, il primo frivolo pensiero è: “Ma vi siete visti???”

State sereni e vivete la vostra storia. In altre parole: non vi caghiamo, non temete.

Il secondo. Il concetto di solidarietà femminile.

Che significa solidarietà femminile? Significa intervenire quando ci si accorge che una donna viene discriminata in quanto donna. Non significa dare ragione a priori a un’altra persona solo perché appartenente allo stesso sesso.

Altrimenti dovremmo dare ragione a priori anche alla Santanchè e alla Mussolini, ma vi immaginate che orrore?

Prima di fare comunella in maniera troppo semplicistica, penso che ogni donna debba difendere la propria individualità. E constatare con attenzione chi le manchi effettivamente di rispetto.

Basta guardarsi intorno perchè ci sono tante, tantissime donne, che quando vengono tradite affrontano con dignità e coraggio quello che consideravano il proprio compagno. Senza fare la sceneggiata su quanto siano cattive le altre.

Una cosa che dico sempre: stare insieme a qualcuno deve far stare meglio di prima, non peggio. Prendersela con le altre donne a causa dell’atteggiamento di un uomo dovrebbe essere già un campanello d’allarme.

Spero davvero che la prossima volta che quell’orribile slogan verrà usato, si sollevi un coro unanime di donne.

“Il mio uomo non si tocca!!!”

“ E INFATTI CHI TE LO TOCCA????”

Precisazione d’obbligo: il post è valido anche al maschile, riferito ai maschietti. Altrimenti non esisterebbero oscenità come queste:

 

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: