Skip to content

Via D’Amelio

19 luglio 2016

 

E’ un periodo talmente incerto e insicuro che non ho nemmeno parole.

Se non sappiamo ancora la verità è perché i colpevoli, i veri colpevoli, sono vivi. La morte di Provenzano non serve quasi a niente. Per una pessima persona che se n’è andata, tante altre, altrettanto (se non anche più) responsabili sono ancora qui a compiacersi di quello che hanno fatto 24 anni fa.

In questi giorni le parole d’ordine sono “allarme terrorismo” e io non vedo molte differenze dalla mafia nostrana. Si tratta sempre di qualcuno che chiude un occhio e pure l’altro e poi accorre per primo sul luogo della strage a gridare vendetta e a cercare un colpevole di facciata.

Assieme a Paolo Borsellino se ne andarono 4 ragazzi e una ragazza.

Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina e la nostra Emanuela Loi.

Parliamo di mafia. Che non è solo quella di coppole e lupare.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: