Skip to content

Analisi del testo – Il Gelatino

26 luglio 2016

Cari amici, tra tante cose inaccettabili e insopportabili di questo periodo, uno di questi era sicuramente l’assenza della mia rubrica “Analisi del testo”, in cui analizzo i testi di diverse canzoni. Non necessariamente di canzoni che io trovi particolarmente brutte, ma con un testo degno di nota, nell’accezione più negativa del termine.

Così ho deciso di riprendere.

E di partire raschiando il fondo del barile.

La musica partenopea ci offre una splendida famigliola, padre-figlio-figlia, tutti impegnati nella musica. Siccome è estate, la canzone che ho scelto è la più adatta a questa stagione.

Si intitola “Il gelatino” e la canta questo baldo giovane che corrisponde al nome di Jo Donatello e che vi propongo in questa accattivante locandina.

Come sempre, in rosa e tra parentesi quadre, il mio personalissimo commento.

 

IL GELATINO [E partiamo già malissimo dal titolo]

Ricciolina così
da morire tu sei,
sulla spiaggia stasera
voglio amarti di più. [E fin qui ci può stare]
Con il caldo che fa
stare in casa è follia,
Dai, con me vieni via [Dove andiamo?]
a gustare un gelato
più fresco che c’è. [Si dice IL gelato più fresco che c’è, non UN, Jo, che mi combini?]

Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino? [Sì, mi piace]
A gusto di panna, pistacchio e noccioline! [E no, che abbinamento però!]
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Poi la fragolina la devi dare a me! [PUOI RIPETERE SCUSA??]
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
A gusto di panna, con crema e cioccolata! [Meglio l’abbinamento MA PUOI RIPETERE SCUSA??]
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Poi la fragolina
la devi dare a me! [Ma per puro caso ci troviamo 
Poi la fragolina  davanti a un sottilissimo e assolutamente
la devi dare a me! nascosto doppio senso?]
Ti piace?

Ricciolina così
Tu mi piaci di più.
Vieni, baciami ancora [Ancora? Ma chi ti ha mai baciato, ma chi ti conosce?]
come sai fare tu.
Con il caldo che c’è
stare in casa perché?
Dai, con me vieni via
a gustare un gelato più fresco che c’è. [E dai ancora con UN, si mette IL, è il superlativo relativo di maggioranza!!]

Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Al gusto di panna, pistacchio e noccioline!
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Poi la fragolina la devi dare a me! [Piuttosto la cintura di castità]
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Al gusto di panna, con crema e cioccolata!
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Poi la fragolina la devi dare a me!
Poi la fragolina la devi dare a me!
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Al gusto di panna, con crema e cioccolata!
Ti piace? Ti piace?
Ti piace il gelatino?
Poi la fragolina la devi dare a me!
Poi la fragolina la devi dare a me!

Ti piace il gelatino,
la fragolina a me… [Aspetta e spera]

 

Ve l’avevo detto che avrei raschiato il fondo del barile. Siccome so che adesso morite dalla voglia di ascoltare la canzone, eccola qui.

So che lo state pensando anche voi: bentornata analisi del testo!!

 

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: